Chiesa degli Attori

a Covent Garden 

Londra UK  

Scrivici  Scrivici

Alloggio a Londra, camere in condivisione Alloggi a Londra  Informazioni su Londra  Corsi di inglese  Lavoro a Londra  Hotel a Londra  Ostelli a Londra Canale Youtube di Londraweb.com


 

Sei qui  Cosa vedere a Londra Covent Garden 

Chiesa degli Attori di Covent Garden 

Nella Londra più tipica e colorata, sorge una piccola chiesetta che merita una visita, la St Paul church, anche conosciuta con il nome di Actors Church, la Chiesa degli Attori o Chiesa degli Artisti.

SI tratta di una piccola chiesetta del 1633 il cui porticato, Tuscan Portico (quasi nascosto dalle rappresentazioni artistiche), si affaccia nella piazza di Covent Garden, oggi usata per le rappresentazioni degli artisti da strada. L'ingresso della chiesetta si trova nel lato opposto, in Bedford Street, raggiungibile anche attraverso dei piccoli cancelli ubicati nelle vie circostanti, precisamente  King Street,  all'angolo della stessa piazza di Covent Garden e Inigo Place.

Advertisement

La chiesa di St Paul fu la prima chiesa anglicana ad essere stata edificata dopo la riforma protestante. Venne disegnata dall'architetto Inigo Jones per commissione da parte del IV Conte di Bedford (Francis Russell) che successivamente la dedicò a St Paul, quando divenne parrocchia di Covent Garden. Lo sviluppo dell'arte teatrale, negli anni della restaurazione inglese seguenti il 1660, portò St Paul a divenire la Chiesa degli Attori al posto della Chiesa di St Leonard in Shoreditch.

Chiesa degli attori a Covent Garden - EntrataAl suo interno troviamo numerosi memorial come quelli di Charlie Chaplin e Vivian Leigh, o ancora la tomba della prima persona a morire di peste, nel lontano 1665, a Londra, Margaret Ponteous. Nei pressi troviamo quella che viene chiamata la Avenue of Stars, testimonianza dei grandi personaggi dello spettacolo e della cultura, dai Beatles a grandi giornalisti come Sir Trevor McDonalds (che iniziò la sua fortunata carriera come primo giornalista di colore della televisione inglese).

Già dalla seconda metà del XVI secolo la chiesa di St Paul si è apprestata ad avere dei legami con il mondo dell'arte, fu infatti nel 1662 che lo spettacolo dei burattini Punch and Judy ebbe luogo, esattamente nella piazza di fronte alla chiesa. Dal 1663 l'area di Covent Garden, continuò a svilupparsi come zona degli artisti, prima con la creazione del Teatro Reale di Drury Lane (direzione High Holborn), quindi con l'apertura della Royal Opera House, che allora veniva chiamata Covent Garden Theatre, nel 1723.

Molte le rappresentazioni cinematografiche e televisive che hanno dedicato parte della scenografia alla Chiesa degli Attori di Covent Garden, si cita in particolare il "My fair Lady" adattamento del Pigmalione di George Bernard Shaw.

L'architettura della chiesa è semplice e tranquilla, in stile neo-classico palladiano. Si narra che il noto architetto Inigo Jones, che progettò l'intera area della Piazza di Covent Garden oltre alla chiesa, e la chiesa,  ne modellò la struttura a di Livorno, in Italia.

La sua struttura si presenta come un unico complesso rettangolare, senza campanile e torri. Il Portico Toscano, in pietra grezza di un colore naturale, si riversa sulla piazza di Covent Garden; esso fu disegnato con due colonne quadrate ai lati e due colonne circolari al centro e fu creato come entrata principale della chiesa, tuttavia, l'allora vescovo William Laud preferì l'entrata odierna, nei tipici mattoni rossi, che si affaccia su Bedford Street. Il portico Toscano divenne fin da allora una "falsa entrata".

All'entrata della St Paul Church, si accede tramite un bel giardino di rose con un passaggio centrale pavimentato e adornato da delle panchine nelle quali troviamo diversi memorial e dediche. Oggi il giardino è anche luogo preferito da diverse persone in pausa pranzo dal lavoro o in visita presso Covent Garden.

All'interno della chiesa troviamo una architettura diversa da quella che Inigo Jones le diede in origine, in quanto la chiesa venne semi-distrutta da un violento incendio nel 1795. Si ammira in particolare il pannello in legno, rappresentante diverse raffigurazioni di attori e un immagine intarsiata di Indigo Jones, del XVII secolo, ad opera di Grinling Gibbons.

Diversi i personaggi dello spettacolo sepolti nella chiesa, le attrici Ellen Terry e Edith Evans, quest'ultima acclamata per la sua rappresentazione di Lady Bracknell nell'opera L'importanza di chiamarsi Ernesto (anche conosciuta come L'importanza di essere onesto e meglio tradotta come L'importanza di essere franco), di Oscar Wilde.

Non si dimentichi, inoltre, che le vie che circondano la chiesa, includono splendidi palazzi georgiani, in particolare l'elegante Thomas Archer al numero 43.

Direzioni:

St Pauls C Of E Church

Bedford Street

Covent Garden

London

WC2E 9ED

Tel: +44 (0)20 7836 5221

Metro vicine: Covent Garden, Charing Cross, Leicester Square

Torna su

Ritorna a Informazioni su Londra

|

 

Advertisement

 

 

 

Copyright © Londraweb.com